Pagina a cura della referente prof.ssa Rosamaria Di Martino rosamaria.dimartino@idavinciripamonti.edu.it

la Da Vinci Ripamonti è scuola Polo per l’orientamento e lo sport per gli alunni diversamente abili. La scuola si apre al territorio coinvolgendo Istitutiscolastici, Servizi sociali,Enti pubblici e privati nel mondo del lavoro, al fine di creare un organismo articolato e strutturato nelle singole problematiche connesse al progetto di vita, all’inserimento lavorativo, all’orientamento universitario: per tale ragione vengono realizzati percorsi formativi mirati all’acquisizione delle seguenti competenze:
– Informatiche (ECDL senza barriere)
– Linguistiche (Certificazioni A1 e A2)
– lavorative ( Gardening)
– Competenze per la vita (Attività polifunzionali)
– Logico matematiche

  • Collegamento al sito della Regione Lombardia sui BES.
  • Collegamento al sito Retebes Como (Rete CTS-CTI provincia di Como)
  • Collegamento al sito AID (Associazione Italiana Dislessia)
  • Collegamento al sito MIUR dedicato ai Disturbi Specifici di Apprendimento..

Certificazione scuola “DISLESSIA AMICA”

L’IIS Da Vinci Ripamonti ha ottenuto la certificazione “Scuola Dislessia Amica” grazie ai docenti che hanno completato con successo il percorso formativo nel tempo prestabilito. Attraverso percorsi metodologici, materiali di approfondimento, indicazioni operative e video lezioni, gli insegnanti hanno acquisito modalità e strategie di apprendimento più funzionali per gli studenti con DSA. Il percorso “Dislessia Amica” è iniziato negli anni scolastici 2016/2017 e 2017/2018, volto ad ampliare le conoscenze e le competenze dei docenti sulla dislessia, così da rendere la scuola realmente inclusiva. Il programma formativo ha finora certificato il 60% delle scuole italiane statali come amiche della dislessia e punta a raggiungere la totalità delle scuole di ogni ordine e grado. Il nuovo corso ha proposto contenuti completamente nuovi rispetto alla prima edizione, ha avuto una durata di 50 ore ed era strutturato in due fasi: la prima prevedeva cinque moduli obbligatori e comuni per tutti i docenti, intervallati da verifiche intermedie. La seconda fase era caratterizzata da contenuti specifici relativi al grado scolastico di appartenenza del docente iscritto: infanzia, primaria, secondaria di I grado e secondaria di II grado.

La direttiva del 27 dicembre 2012 “Strumenti d’intervento per alunni con Bisogni Educativi Speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica“, pubblicata dal Ministero dell’Istruzione, accoglie una serie di orientamenti da tempo presenti nei Paesi dell’Unione Europea, completando, in sostanza, il quadro italiano dell’inclusione scolastica.
Il nostro sistema è stato il primo in Europa a introdurre l’inclusione scolastica generalizzata degli alunni con disabilità e, con le Linee Guida del 4 agosto 2009, ha di recente riordinato i princìpi della stessa. A seguito della Legge 170 del 2010, ha emanato le Linee Guida del 12 luglio 2011, relative all’inclusione scolastica degli alunni con DSA (disturbi specifici d’apprendimento, ovvero dislessia, disgrafia, dicalculia e disortografia). Ora, con questa nuova Direttiva, il Ministero fornisce indicazioni organizzative anche sull’inclusione di quegli alunni che non siano certificabili né con disabilità, né con DSA, ma che abbiano difficoltà di apprendimento dovute a svantaggio personale, familiare e socio-ambientale.
Con i termini Bisogni Educativi Speciali (B.E.S.) si intendono esattamente:

  • alunni con disabilità;
  • alunni con DSA;
  • alunni con svantaggio socio-economico, linguistico, culturale.

A tutte queste tipologie la direttiva ministeriale estende i benefìci della citata Legge 170/10, vale a dire le misure compensative e dispensative.

PAI: Piano Annuale per l’Inclusione

il piano annuale per l’inclusione, approvato dal Collegio dei docenti nella seduta del 13-06-2019, comprende tutte le misure e i progetti che la scuola mette in atto per l’Inclusione.

Materiale di supporto per i docenti sui BES

 

La dislessia

sottosezione a cura della prof.ssa Elena Mirata – Elena,mirata@davinciripamonti.edu.it

I DSA sono disturbi del neurosviluppo che riguardano la capacità di leggere, scrivere e calcolare in modo corretto e fluente che si manifestano con l’inizio della scolarizzazione.
In base al tipo di difficoltà specifica che comportano, i DSA si dividono in … continua a leggere sul sito esterno dell’AID.

Materiale di supporto per i docenti sui DSA

NEW Vademecum per le scuole “L’inclusione degli alunni con DSA” realizzato dal gruppo di lavoro attivato dalle Scuole-polo per l’Inclusione degli Ambiti Territoriali 11 e 12
Piano Didattico Personalizzato secondaria
Modalità di svolgimento delle prove di esami finali di terza e quarta annualità nei percorsi di IFP

Materiale prodotto negli incontri e convegni sui DSA anno scolastico 12-13
Incontro del 20 maggio 13 con la dr.ssa Cavalcaselle nel nostro Istituto.
Affrontare i DSA (pdf.900 Kb)

Materiale prodotto negli incontri e convegni sui DSA anno scolastico 11-12
Incontri del 30 gennaio e 6 febbraio 12 nel nostro Istituto.
Dalla conoscenza di un disturbo alla coscienza di un diritto (pdf. 1Mb)
Un percorso verso una metodologia inclusiva (pdf. 1,6 Mb)
Disturbo o differenza? un percorso verso una metodologia inclusiva (pdf. 2Mb)

Normativa e materiale

  • D.M. 12 luglio 2011 (pdf.59 Kb) “Disposizioni attuative della Legge 8 ottobre 2010, Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico”.
  • Linee guida sui DSA (pdf.240 Kb) “Linee guida per il diritto allo studio degli alunni e degli studenti con disturbi specifici di apprendimento”.
  • Legge 8 ottobre n. 170 (pdf.16 Kb) “Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento in ambito scolastico”, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale serie generale n. 244 del 18 ottobre 2010.
  • Art. 17/bis O.M. 41 (pdf. 8 Kb) nuove norme per l’esame di Stato alunni con disturbi specifici di apprendimento. L’art.17/bis dell’ordinanza Ministeriale n. 41 relativa all’anno scolastico 11-12 fornisce Istruzioni e modalità organizzative ed operative per lo svolgimento degli esami conclusivi per gli studenti con disturbi specifici di apprendimento .
  • Legge Regionale 2 febbraio 2010 pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia, 2 supplemento ordinario al n. 5, del 4 febbraio 2010
  • Piano Didattico Personalizzato (ex P.E.P.) per alunni con DSA. L’USP di Como in collaborazione con i componenti del Comitato Scuola A.I.D. sezione di Como, propone alle istituzioni scolastiche un semplice modello di P.D.P. per gli alunni con difficoltà specifiche di apprendimento iscritti nelle scuole di ogni ordine e grado. Leggila circolare (pdf.192 kb), che ha come oggetto: azioni mirate a favorire il processo di inclusione a livello scolastico degli alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento (D.S.A.) a.s. 2011-2012. A disposizione il nuovo Modello di Piano Didattico Personalizzato (pdf. 319 kb) al fine di facilitare il percorso scolastico dell’allievo con DSA e predisporre le condizioni che ne favoriscano il successo formativo.
  • D.P.R n. 122 del 22 giugno 2009 art.10: Valutazione degli alunni con difficoltà specifica di apprendimento (DSA)
  • XI Congresso Nazionale sulla Dislessia Roma 31 ottobre 2008: il punto sulla dislessia (pdf.736 Kb).
  • D.S.A. formazione referenti Milano 22 aprile 2008 (pdf. 1,87 Mb)
  • Adeguamento della didattica Busto Arsizio 6 Marzo 2007: tecniche, strategie, strumenti compensativi e dispensativi (pdf. 985 Kb).
  • Dislessia e D.S.A. Mestre Marzo 2006: metodologia e didattica per le scuole superiori (pdf 48 Kb).
  • Nota MIUR-Uff. 4 Prot. N. 26/A del 5.1.05: INIZIATIVE RELATIVE ALLA DISLESSIA (pdf. 39 Kb).
  • Nota USR LOMBARDIA Prot. N. 13987 del 3.11.04: DISLESSIA E DSA (pdf. 20 Kb).
  • Nota MIUR-Uff.4 Prot. N. 4099 del 5.10.04: INIZIATIVE RELATIVE ALLA DISLESSIA su STRUMENTI DISPENSATIVI E COMPENSATIVI (pdf. 60 Kb).

 

Retebescomo – L’inclusione scolastica a Como – Ultime News: